domenica 26 giugno 2016

Sotto sotto..... sottoveste!

A volte mi capita di realizzare un abito (o comprare, di tanto in tanto faccio shopping anch'io) e provandolo alla luce del sole, scoprire che il tessuto è un po' troppo trasparente per i miei gusti.
Le trasparenze possono anche essere di moda, ma il nude look lo lascio alle donne che hanno un senso del pudore diverso dal mio.
Come salvare un vestito da un crudele destino che parte dall'oblio nel fondo dell'armadio e finisce in un sacchetto per la Caritas senza essere mai indossato?
-Soluzione 1: (non sempre applicabile) Foderare l'abito .
-Soluzione 2: (sicuramente la migliore) Procurarsi una sottoveste .
Penso che la sottoveste sia uno dei capi che non devono mai mancare nel guardaroba di una donna, sia per coprire ciò che certe trasparenze non dovrebbero mostrare, sia per l'interessante effetto che ha su mariti e fidanzati (provate ad indossarne una al posto del pigiama prima di andare a dormire...).
Che la sottoveste sia di jersey o di raso, che abbia spalline larghe o sottili poco importa, io la preferisco bianca nera o cipria, ma nulla vieta di poterne abbinare il colore all'abito con cui si è deciso di coordinarla.
La sottoveste che vedete in queste foto vi fa chiaramente capire su quale opzione è caduta la mia scelta.
Ho scelto di realizzare un modello con gli spallini sottili in crepe satin bianco, tagliato in sbieco dalla linea morbida che non segnasse troppo la vita.

Ora non mi resta che sbizzarrimi con gli abbinamenti.