lunedì 18 maggio 2015

Un vestito per mia figlia

Essere una mamma è complicato.
E' complicato cercare di accontentare la mia committente più esigente.
Quando mi ha chiesto per l'ennesima  volta "Mamma puoi fare un vestito per me?" non ho potuto fare a meno di sentirmi in colpa e così ho risposto "Certo tesoro, come lo vuoi il vestito?"
Così la mia piccola ha scelto la foggia e i tessuti (l'abbinamento dei colori è solo merito suo) esigendo anche dei fiori applicati.
I fiori sono stati il mio incubo: qualsiasi cosa le proponessi non le piaceva. Ho deciso di fare di testa mia, e  ho applicato dei fiori dallo stile naif sul corpino.
Quando il mio piccolo tesoro ha visto il capo finito, l'ha gettato a terra gridando "non mi piace! buttalo via! non lo voglio!"
Non è una gran soddisfazione veder gettare a terra una settimana del proprio tempo libero. Non so come sono riuscita a mantenere la calma, a raccogliere l'abitino e a rispondere "non lo vuoi? va bene, ma non lo butterò, penso che potrei regalarlo ad una delle tue amiche dell'asilo, sono sicura che ad una di loro piacerà molto..." ed ho snocciolato tre o quattro nomi delle bambine con cui litiga più spesso.
Si sa l'invidia è femmina e la mia bimba non fa eccezione. Ha afferrato il vestito "no mamma, mi piace molto, lo voglio!"
Non allego le foto di mia figlia mentre indossa il vestito per questioni di privacy, ma sappiate che quando si è decisa e provarlo le stava proprio benissimo ed ora è felicissima del suo nuovo vestito.