lunedì 8 agosto 2016

Macchine per cucire

Entrambe le mie nonne sapevano cucire: mia nonna Livia ha realizzato tutti i vestiti più belli della mia infanzia, mentre mia nonna Clelia non ha mai comprato un reggiseno in vita sua perché se li faceva da sola (caliamo un velo pietoso sulla costruzione modellistica, ma a lei piacevano....).
Ognuna delle mie nonne aveva una macchina da cucire, di quelle che funzionavano con il movimento del piede sul pedale, cucivano solo il punto lineare ma hanno funzionato per vari decenni e se io le sapessi usare funzionerebbero ancora.
La macchina da cucire di mia madre ha circa sedici anni, con quella ho cucito il mio abito da sposa oltre a   parecchi vestiti ed accessori per la casa.
Si tratta di una macchina per cucire elettronica con display, una trentina di punti, vari tipi di piedini e funziona ancora perfettamente.
Ho comprato la mia macchina da cucire poco dopo essermi sposata, otto anni fa. Ne avevo scelta una bellissima con una novantina di punti, sapeva scrivere con tre alfabeti diversi, aveva moltissimi piedini e la predisposizione per aggiungere un'unità di ricamo. Con la mia macchina ho cucito tutto quello che ho pubblicato sul blog (praticamente metà dei capi che si trovano nel mio armadio) ed ero convinta che sarebbe durata almeno vent'anni.
La mia macchina non funziona più.
Avevo contattato il tecnico per quella che credevo fosse una riparazione di routine, invece non esistono più i pezzi di ricambio per questo modello e non mi si garantisce un lavoro fatto a regola d'arte.
Morale della favola (tragedia sarebbe meglio!) ho dovuto acquistare una macchina nuova.
Ho comprato una macchina che sicuramente è più bella di quella che avevo prima, ma mi dispiace aver abbandonato quella vecchia, ci ero affezionata come ci si può affezionare ad uno strumento utile ed affidabile e ora ne sento la mancanza.
Questi pantaloncini sono la prima creazione che realizzo con la nuova macchina, cucire con il libretto delle istruzioni sulle ginocchia non è stato facile, quindi perdonate le imperfezioni.
Ho già trovato parecchi pregi nella mia nuova macchina, ora ho tutto il periodo delle vacanze per approfondire la conoscenza del mio nuovo strumento, sicuramente ve ne parlerò nel prossimo post.